for not italian people

If you can't read Italian, click here for the English version: fakotofactory.blogspot.com

domenica 28 luglio 2013

La Cella Campanaria

Non ci posso credere! Sono passati più di due mesi dall'ultimo aggiornamento del Blog! Manca poco che mi mettessi a cercare i nuovi aggiornamenti del blog tra l'elenco dei blog che seguo, come se il blog non fosse aggiornato per colpa mia! 
Purtroppo, non solo per gli impegni quotidiani, non  mi è possibile mantenere la candenza di un tempo. Anzi, non so nemmeno con quale cadenza riuscitò ad aggiornare. Soprattutto perchè sto modellando poco in questi mesi.





Il contest Manorhouse è ovviamente finito senza il mio contributo. Non ho abbandonato del tutto l'opera anzi ho deciso in questo periodo di scolpire la cella campanaria di un campanile da affiancare alla chiesa.


L'idea generale è quella di sperimentare una ulteriore evoluzione degli stampi a perdere. 
In pratica la parete della foto è stata ricavata da un unica colata, in cui lo stampo a perdere tramite alcune parti in polistirene creasse delle superfici stampate e relative aperture.
E' stata una fase particolarmente faticosa, per fare quattro pareti ho dovuto fare sei colate (scartandone 2 a causa di vari problemi).
In questo modo non solo ho avuto delle belle pareti pronte per essere scolpite (con la tecnica vista a suo tempo nel tutorial), ma le pareti erano perfettamente a misura, con angoli perpendicolari. 
Ho inoltre sperimentato una base a incastro (che forma un cordolo esterno per le pareti, esperienza utile, ma veramente molto complessa).


Nella foto precedente le pareti sono accostate e incastrate nel pavimento (come si vede dall'angolo in alto a sinistra in cui c'è una fessura). Scolpire il gesso è come al solito un esperienza che mi appaga molto una volta finito (molto meno in fase di scolpitura, visto che è inevitabilmente più laborioso rispetto al polistirene).

Dunque, ho proceduto scolpendo esterni e interni, e pavimento (tutorial: scolpire il gesso)

A questo punto, ho assemblato le pareti e ho dato il colore base:





Adesso è necessario aggiungere delle belle campane... Posto che ho recuperato le campane non ho idea di come funzioni il sistema di azionamento nelle campane antiche. Posto che il sistema moderno è documentato in abbondanza su internet, mi accontenterei di una corda da tirare, ma anche in questo caso le cose sono meno facili di quanto sembrino.
C'è poi la questione "cordolo/pavimento", sborda di circa 4 millimetri rispetto ad una torre standard, ed è un effetto troppo marcato. Probabilmente il tutto andrebbe migliorato con una sezione di torre inferiore che "slanci" il campanile (e questo è tutto da pensare, potrei non limitarmi ad una torre a pianta quadrata, ma fare qualcosa di più elaborato!)

4 commenti:

  1. molto bello! nell'antichita' poi i campanili servivano anche da torri di guardia..

    RispondiElimina
  2. Great looking building, love the floor!

    RispondiElimina
  3. Thank's Phil, the floor is very good, I'm very happy for this work.

    Alessandro, vorrei in effetti ibridare la cella campanaria con una sezione sottostante piu' marziale...

    Vediamo, troppe idee e poche possibilita' di realizzare tutto!

    RispondiElimina

Ogni opinione è ben accetta!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...