for not italian people

If you can't read Italian, click here for the English version: fakotofactory.blogspot.com

tutorial: realizzare una parete rocciosa

Completando il tavolo da gioco modulare è emersa l'esigenza di avere degli elementi naturali per rendere più varie le configurazioni non cittadine del tavolo.
Soprattutto variando la quota dei vari pannelli, e dunque avere dei pannelli appoggiati al tavolo mentre altri pannelli "sollevati" e creare dunque uno sbalzo.

Alcuni di questi sbalzi sono realizzati come pareti rocciose (particolamente ripide, visto che sono alte 10 cm, con una base inferiore pari a 5 cm, e una superiore di circa 1-2 cm)


Strumenti utilizzati:
apricarte (praticamente senza filo di taglio)
taglierino
lima bastarda (piuttosto usurata)
seghetto (lama da legno, ma non cambia nulla)


Primo passo è stato incollare 5 strisce di polistirene (e aspettare che sia incollato bene prima di scolpirlo).
Evidentemente, in base alle misure si può partire da un pezzo unico, o da diverse composizioni. Nel mio caso  avrei potuto fare uno strato da 3cm e uno da 2 cm messi in verticale. Ho optato per questa versione perchè il polistirene da 2 cm è più poroso e dunque diventa più ruvido una volta lavorato (sebbene sia meno preciso nei dettagli).


Ecco le fasi di lavorazini successive
Tramite la segha si taglia il polistirene. La sega permette di fare l'inclinazione del pendio, di sagomare le rientranze e di eliminare gli spigoli.
Successivamente si fanno tagli con il taglierino, non è necessario asportare materiale è sufficiente che i tagli descrivano le aree da asportare.
L'asportazione io la faccio con il tagliacarte, semplicemente infilo la lama e "strappo" il materiale. Lo strappo viene piuttosto regolare (e questo è un bene, visto che vogliamo simulare delle pietre).
Non bisogna avere fretta e soprattutto avere senso critico (senza esagerare altrimenti non vi resta nulla!)

L'ultima fase è coprire il tutto con pigmento nero, vinavil, acqua e un cucchiaio di gesso. Il composto è piuttosto liquido, ma aggrappa bene, e toglie un pò di porosità ai pezzi.
La prima fase è terminata. Nella foto sottostante c'è già una prima mano di colore (che permette di capire più o meno quale è stata la texture realizzata).
In realtà prima di colorare è necessario passare dello stucco per mascherare le giunzioni tra i vari strati di polistirene.



1 commento:

  1. Mi piace il tuo lavoro, 666666666666666666666 un genio.

    RispondiElimina

Ogni opinione è ben accetta!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...